TECNOLOGIA
 

MAB fornisce diverse tipologie di messa in opera a seconda delle esigenze, caratteristiche e vincoli di progetto dalle fondazioni ai rivestimenti.
Le nostre opere sono progettate e realizzate secondo normative vigenti recuperando saperi e maestranze antichi armonizzati con le moderne tecniche costruttive.

 INVOLUCRO EDILIZIO

STRUTTURA POST AND BEAM

Tecnologia con telaio portante a travi e pilastri opportunamente controventati con croci in legno o pareti di irrigidimento, è utilizzata per ottenere grandi luci e/o aperture. Le connessioni avvengono senza uso di colle ma utilizzando piastre e viti d'acciaio o incastri "legno-legno", mentre le tamponature vengono irrigidite con assi o listelli in legno. E' preferibile utilizzare legno massiccio perché è privo di colle e quindi riciclabile al 100% se l'edificio dovesse eventualmente essere demolito. Tamponate le pareti con le balle di paglia si procede con gli intonaci a base di calce naturale o terra cruda.

STRUTTURA GREB

Telaio portante molto simile al classico "Platform-frame", ma con doppia ossatura ad ingabbiare le balle di paglia. E' importante in fase di progettazione stabilire il passo di ogni montante per permettere una rapida posa in opera. Un involucro realizzato con questa tecnologia è privo di ponti termici poichè viene garantita la continuità della componente isolante. Caratteristica di questa tecnica è la "casseratura" delle superfici per poter colare la malta di rivestimento chiamata appunto GREB dal quale prende il nome. In alternativa si può progettare una miscela a base di calce per consentire l'intonacatura a macchina.

PREFABBRICATO A PARETE

Il progetto architettonico viene scomposto in pareti modulari realizzate in stabilimento (ingegnerizzazione). Giunte in cantiere le pareti vengono installate con l'ausilio di una gru per poi essere giuntate fra loro mediante piastre e viti d'acciaio (senza uso di colle). La fase finale consiste nella realizzazione di eventuali tracce per il passaggio degli impianti e l'intonacatura a macchina. Questa tecnologia permette tempi di realizzazione ancor più brevi riducendo anche i costi di cantiere. Non ci sono limiti alla libertà compositiva dell' edificio in quanto ogni modulo viene realizzato artigianalmente su misura. Il progetto architettonico viene suddiviso in moduli realizzati in stabilimento (ingegnerizzazione).

PREFABBRICATO MODULARE

Il progetto architettonico viene scomposto in moduli realizzati in stabilimento. Giunti in cantiere i moduli vengono installate in sito o con l' ausilio di una gru per poi essere giuntati fra loro mediante piastre e viti d'acciaio (senza uso di colle). La fase finale consiste nella realizzazione di eventuali tracce per il passaggio degli impianti e l'intonacatura a macchina. Questa tecnologia permette tempi di realizzazione ancor più brevi riducendo anche i costi di cantiere. Non ci sono limiti alla libertà compositiva dell' edificio in quanto ogni modulo viene realizzato artigianalmente su misura.
 FONDAZIONI

FONDAZIONI IN GABBIONI

Realizzati in rete metallica elettrosaldata riempiti di inerti, pietrame o simili localmente disponibili. Possono essere realizzati direttamente in cantiere oppure in stabilimento a seconda delle necessità. Utilizzati in genere per l'arredo urbano, muri termo-isolanti, aree parcheggio, muri di cinta, di recente vengono usati anche come fondazioni per edifici grazie alla loro modularità. Vengono adoperate anche in presenza di terreni poco resistenti e zone ad elevata sismicità. Sono fondazioni a secco, libere da cemento e quindi reversibili collocandosi così a pieno titolo nell'edilizia sostenibile.

FONDAZIONI IN VETRO CELLULARE

Rientra a pieno titolo nei "materiali isolanti sostenibili a cella chiusa" perché è ottenuto dal vetro riciclato. E' un isolante perché sono le bolle l'aria contenute al suo interno a dare inerzia termica. In mercato è presente in forma di ghiaia o pannelli di diverse dimensioni. Ha una notevole portanza e consente di realizzare una platea perfettamente isolata all'acqua e agli scambi termici conferendo isolamento all'intero involucro edilizio. Viene utilizzata in sostituzione della ghiaia in pietra per proteggere gli elementi strutturali di fondazione e proprio per questo le strutture realizzate in questo modo sono dette "fondazioni calde".

FONDAZIONI IN PALI D'ACCIAIO

Sono realizzate senza scavi di sbancamento perché i pali vengono "avvitati" nel terreno. Le modalità di infissione dipendono da diversi fattori (tipo di terreno, n. di pali da fissare, lunghezza dei pali, ecc...), si possono installare a mano, con trivella idraulica o con rotore di precisione idraulico. La testa superiore resta esterna al livello del suolo ed è la piastra su cui poggia la trave di fondazione in legno su cui scarica il peso del telaio. Sono fondazioni sostenibili perché sono libere da cemento, non producono materiali di risulta degli scavi e sono reversibili.

FONDAZIONI IN CEMENTO ARMATO

Sono compatibili col sistema costruttivo in legno anche le fondazioni convenzionali in cemento armato che siano realizzate a platea, su pali o a trave rovescia. Comportano sempre l'uso di macchine movimento terra per la preparazione del terreno ed hanno lunghi tempi di realizzazione. Sono trasformazioni irreversibili del terreno che richiedono enormi dispendi di energia (impattanti) e prevedono l'uso di materiali non sostenibili. Le fondazioni in cemento armato vanno opportunamente isolate dal terreno per evitare problemi di umidità di risalita e dispersione di energia termica.
 IMPIANTI

IMPIANTO ELETTRICO

Un edificio in paglia è dotato di tutte le componenti di un impianto elettrico convenzionale nel rispetto delle normative vigenti. La posa in opera dell'impianto è identica a quella prevista in un edificio convenzionale, si realizzano infatti le tracce per il passaggio dei tubi che vengono predisposti prima dell' intonacatura. L'alloggio degli corrugati può essere progettato sia sulle murature perimetrali in paglia che nei divisori interni. Le componenti hanno una resistenza al fuoco superiore alla norma per scongiurare qualsiasi pericolo di incendio dovuto a cortocircuito.

IMPIANTO TERMICO

L'elevato isolamento dell' involucro edilizio permette di risparmiare sull' impianto di riscaldamento. In edifici che non superano i 150 mq si può non predisporre alcun sistema di riscaldamento o raffrescamento, soprattutto se l'edificio è stato ben progettato secondo i principi della bioclimatica. Nel calcolo dell'apporto di calore può essere considerato l'irraggiamento solare. Sistemi ad elevata efficienza sono i pannelli radianti che possono essere dimensionati in base alla richiesta di apporto di calore diminuendo il passo dei tubi contenuti al loro interno. Per questo tipo di edifici l'impianto a battiscopa (un tubo passante per il perimetro di ogni stanza) è il più valido.

IMPIANTO IDRAULICO

Un edificio in paglia è dotato di tutte le componenti di un impianto idrico-sanitario convenzionale nel rispetto delle normative vigenti. Per minimizzare i consumi è opportuno progettare l'edificio in funzione di un recupero e riuso delle acque meteoriche. L'acqua piovana viene di fatti raccolta in una cisterna di recupero per poi essere distribuita o come acqua potabile (dopo essere stata trattata) oppure per alimentare gli scarichi o l'irrigazione di un eventuale giardino. I costi per un impianto simile sono di poco superiori a quello tradizionale ma si tratta di un investimento che ritorna in pochi anni e che consente grandi risparmi nel tempo.

IMPIANTO OFF-GRID

E' possibile realizzare edifici senza allacci alle reti: gas,elettrica, acqua e fognature. Avendo infatti dei consumi minimi, l'energia necessaria al funzionamento dell'edificio può essere derivante al 100% da fonti rinnovabili. L'approvvigionamento dell'acqua viene ottenuto attraverso la raccolta delle acque meteoriche in apposite cisterne. Mentre per lo smaltimento dei rifiuti, senza allaccio alla rete fognaria, si può installare la classica vasca imhoff o ricorrere un impianto di fitodepurazione, che è un processo di smaltimento naturale e sostenibile.
 INTONACI NATURALI

INTONACO IN CALCE

E' il più antico e valido dei leganti utilizzati dall'uomo per costruire. Esistono diversi tipi di calce ma in generale abbiamo le calci che induriscono all' aria (calci aeree) e quelle che induriscono all'acqua (calci idrauliche naturali NHL). Sono materiali atossici, disinfettanti, traspiranti e inattaccabili da muffe, batteri, insetti e roditori. La scelta di un grassello di calce o di una calce idraulica dipende dall' uso e dal risultato che si vuole raggiungere. Tornare ad impiegare la calce oggi vuol dire riconoscere tutte queste qualità che la rendono superiore a qualsiasi tipo di malta pre-miscelata moderna.

INTONACO IN TERRA CRUDA

E' un impasto formato da argilla e sabbie in diverse granulometrie usate in genere per gli ambienti interni. La terra usata di solito è quella di scavo disponibile in loco così da ridurre il carico di rifiuti destinati a smaltimento. Questo tipo di malta è un "igrotermoregolatore naturale" ossia regola l'umidità presente negli ambienti, è inattaccabile da muffe e batteri, neutralizza gli odori ed ha un costo che incide solo per la manodopera. Se trattato con oli naturali può essere usato anche per rivestire bagni e cucine. Al contrario di quanto si possa immaginare è possibile ottenere diverse colorazioni con l'aggiunta di ossidi naturali.

INTONACO IN CALCE-CANAPA

E' una biocomposto in cui le proprietà isolanti della canapa si uniscono a quelle traspiranti della calce (termointonaco). E' una malta igroscopica, caratteristica che evita il deterioamento dei materiali ed annulla l'effetto dell'umidità negli ambienti. Ha una durabilità illimitata perchè è inattaccabile da muffa, batteri, insetti e roditori. E' una rifinitura atossica, isolante, fonoassorbente e riciclabile al 100%.

INTONACO IN COCCIOPESTO

E' un materiale antichissimo (la tecnica era conosciuta dai Fenici e perfezionata in seguito dai Romani) ed è ottenuto dalla sapiente miscela di calce aerea, cocci pestati ed inerti. E' una malta idraulica usata oggi per il restauro di edifici antichi e nell'edilizia biocompatibile. Generalmente ha colore rosso o giallo a seconda dei mattoni a disposizione, è quindi un materiale di riuso/recupero ed è particolarmente adatto per finiture di pregio, spa, bagni, cucina e sauna. Infatti, se trattato con cere ed oli naturali, la finitura diventa impermeabile all'acqua ed ha durata illimitata.

START RECYCLING NOW

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Nam dapibus commodo interdum.

Modelli Abitativi Bioecologici - Case di paglia